Personal tools
You are here: Home Links Convegni e conferenze DOWNLOAD: RAPPORTO 2006 - IL SETTORE IT NELLE REGIONI D’EUROPA
Document Actions

DOWNLOAD: RAPPORTO 2006 - IL SETTORE IT NELLE REGIONI D’EUROPA

LE IMPRESE E L’OCCUPAZIONE DELL’INFORMATION TECHNOLOGY

What
When 2007-06-12 11:00 to
2008-06-12 13:00
Where Milano
Add event to calendar vCal
iCal

Flavio Verrecchia (a cura di), ESeC

In linea con la sfida la lanciata nell’ambito della strategia di Lisbona e cioè fare si che l’Europa abbia “l'economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale”, unita agli effetti che l’IT può avere sugli obiettivi indicati, si potrebbe liberamente affermare che la sfida europea è in sintesi quella di divenire il più grande leader IT nel mondo.

2006 IT cover 2Il rapporto sul settore IT nelle Regioni d’Europa realizzato da ESeC per AITech-Assinform con la partnership tecnologica di SAS, nel quale si osservano le imprese e l’occupazione dell’Information Technology, ha come obiettivo proprio la misura del settore IT. Il focus regionale, il benchmark nazionale ed europeo, la predisposizione di misure di struttura, di dinamica, e di concentrazione del settore IT locale, rappresentano i punti di forza del rapporto.

La conoscenza della struttura territoriale e della dinamica del settore IT a livello regionale non solo consente di meglio orientare le politiche sui temi dell’innovazione ma permette il monitoraggio di trasformazioni in atto (e.g. processi di de-localizzazione produttiva). L’imprenditoria e l’occupazione del settore IT assumono nel rapporto una dimensione centrale mettendo in evidenza le seguenti caratteristiche:

  • il noto “nanismo” imprenditoriale nazionale. L’Italia è il fanalino di coda dell’Europa in termini di dimensioni delle unità produttive IT (meno di 4 occupati per unità locale);
  • una contenuta dotazione di occupati IT nazionale (pari a 0.6 %) e una notevole eterogeneità regionale. A livello, europeo le Regioni che hanno una consistente dotazione di occupati IT sono riferibili a Paesi con un elevata partecipazione al mercato del lavoro (Regno unito e Danimarca), alla sola Regione Île de France per la Francia, alle Regioni del sud della Germania e della Finlandia e al nord dell’Italia.
  • una buona specializzazione IT (pari a 1.5%) migliore rispetto al dato europeo. L’Italia si trova infatti in 2° posizione su base europea (EU6).

Rispetto al territorio regionale, si constata che la dimensione delle unità produttive, la specializzazione settoriale e la partecipazione al mercato del lavoro del settore IT risultano tra loro connesse. Rapportato al dato nazionale, è ancora di limitata importanza il contributo delle Regioni del sud e del centro Italia, unica eccezione il Lazio che anzi è un polo del settore IT.

Di interesse le dotazioni IT della Provincia Autonoma di Trento, del Veneto e dell’Emilia-Romagna che però presentano una specializzazione IT inferiore alla media nazionale. Oltre al Lazio solo la Lombardia, la Valle d'Aosta/Vallée d'Aoste e il Piemonte presentano per i tre indicatori dati sopra la media nazionale.

Rispetto alla base occupazionale IT complessiva, le Regioni Lombardia, Lazio, Piemonte, Veneto e l’Emilia-Romagna rappresentano i poli nazionali dell’IT in cui hanno sede non meno di 7.000 unità produttive regionali IT che impiegano più di 25.000 occupati regionali nell’IT.

I dati presentati nel rapporto sono coerenti con le medesime annualità dei rapporti Eurostat. Per la seconda edizione del
rapporto, prevista per ottobre 2007 (dati 2004), SAS verrà utilizzato anche per la stima di dati previsionali (2005-2007).

More information about this event…

« August 2017 »
Su Mo Tu We Th Fr Sa
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031
Log in


Forgot your password?
New user?
 

Powered by Plone CMS, the Open Source Content Management System

This site conforms to the following standards: